IL GESTORE DI APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO SOCIO R.E.I E’ COLUI CHE:

  1. riconosce che le attività svolte dal Gestore di acquisto e collocazione apparecchi, raccolta del denaro, rapporto commerciale con l’esercente, manutenzione degli apparecchi (compresa la relativa dotazione di denaro), mantenimento della rete di collegamento, presidio del territorio dal punto di vista della legalità e rapporto continuo con le istituzioni locali lo hanno accreditato come figura INDISPENSABILE ai fini della creazione del sistema gioco lecito in Italia;
  2. negli ultimi 10 anni, oltre a cambiare mentalità per far fronte all’evoluzione del mercato, ha investito tantissimo nella sua azienda acquisendo consulenze, software e certificazioni perché è convinto che un certo tipo di azienda di gestione, organizzata, seria e professionale possa ancora recitare un ruolo da protagonista nel mantenimento e nella crescita del settore in generale e quindi anche per quella dei concessionari di rete. Questo a prescindere dal tipo di apparecchio che uscirà in futuro;
  3. vuole ancora mantenere una propria autonomia imprenditoriale e per crescere (non solo rimanere nel mercato) non deve necessariamente devolvere tutto il suo know how acquisito in decenni di lavoro, ma piuttosto metterlo a fattor comune con gestori e concessionari di rete che la pensano alla stessa maniera;
  4. riconosce che qualsiasi azienda di gestione che pensa di fronteggiare da sola il mercato e i grossi player che ne fanno parte è un’operazione molto rischiosa;
  5. programma, nei limiti delle sue possibilità, e cerca di organizzare il lavoro in funzione della sua visione aziendale;
  6. è alla ricerca di un gruppo serio di aziende di gestione - soprattutto per avere delle prospettive future e non con il solo scopo di ottenere condizioni economiche di favore nel rapporto con il concessionario di rete;
  7. sa mettere sempre l’interesse del gruppo davanti a quello personale;
  8. mantiene gli impegni presi e non mette mai in difficoltà il gruppo e la sua credibilità con i propri atteggiamenti;
  9. ha uno spiccato senso di responsabilità verso la Stato e rispetta le leggi di qualsiasi natura esse siano (tributarie, CCNL, di settore ecc);
  10. ha una spiccata etica imprenditoriale che non tralascia per far spazio al solo business a tutti i costi;
  11. riconosce il suo enorme valore aziendale e lo fa valere verso i suoi clienti esercenti, i suoi fornitori e i suoi concorrenti senza mai metterlo in discussione;
  12. crede nella forza della propria rete distributiva (esercizi pubblici) che ha notevoli margini di sviluppo attraverso business alternativi al gioco;
  13. riconosce al gruppo e allo scambio di informazioni all’interno di esso un valore inestimabile che può far crescere la sua azienda. Per questo si impegna sempre a condividere informazioni con il gruppo (anche quelle che riguardano la propria azienda) e mantiene la massima riservatezza sulle informazioni che acquisisce;
  14. è attento all’ottimizzazione dei propri processi aziendali volti ad una riduzione dei costi ed è consapevole che attraverso la forza negoziale di un gruppo può ridurre moltissimi costi aziendali;
  15. è fortemente convinto che attraverso i numeri che può esprimere un gruppo può far valere maggiormente i suoi diritti di onesto imprenditore del settore del gioco lecito al cospetto dello Stato, del mondo politico,  delle istituzioni centrali e locali, del settore bancario, del mondo del lavoro, delle compagnie assicurative, dei media nazionali e di tutti gli stakeholder in generale;
  16. è in prima linea nella lotta all’illegalità. Non installa apparecchi non a norma e rappresenta una sorta di sentinella della legalità. E’ nel suo interesse avviare azioni che consentano di ridurre al massimo l’illegalità nel settore del gioco lecito e si impegna con forza per denunciare e trovare, con il coinvolgimento delle forze dell’Ordine e delle istituzioni competenti alle quali garantisce la massima collaborazione,  strategie comuni per limitare i rischi di infiltrazioni criminali e delle sue pericolosissime derive;
  17. attua forme di pubblicità responsabile e promozione della propria azienda in maniera tale da rispettare tutte le regole in vigore e non usa messaggi ingannevoli, soprattutto verso le  fasce più deboli della popolazione; 
  18. fa tutto quanto possibile per limitare l’accesso dei minori al gioco con vincita in denaro e promuove interventi di consapevolezza sui rischi del gioco in questa fascia d’età;
  19. nella consapevolezza del fatto che la maggior parte dei giocatori non ha problemi di dipendenza, ma che allo stesso tempo esiste un numero di persone che instaurano un approccio problematico o potenzialmente problematico al gioco che può sfociare in forme patologiche, intende dare il suo contributo per contrastare il fenomeno del GAP (Gioco d’Azzardo Patologico). Lo farà attraverso la diffusione di materiali informativi utili a far conoscere i rischi del gioco non responsabile e attraverso corsi di formazione per i propri dipendenti;
  20. è consapevole che un gruppo di aziende di gestione sano, serio, numeroso e organizzato può permettersi di non precludersi nessun obiettivo, neanche quello di partecipare a bandi pubblici qualora un domani diventasse una priorità.

Se condividi la nostra carta dei valori e l’identikit del socio R.E.I. ti invitiamo ad inviarci una mail all’indirizzo info@reteegidaitalia.it e riceverai tutte le informazioni necessarie per associarti.